Read Noch ein Tag und eine Nacht by Fabio Volo Online

noch-ein-tag-und-eine-nacht

Wecker, Kaffee, Straßenbahn, Büro, Fitness, Pizza, Kino, Bett (wenn möglich nicht allein) ... So sieht Giacomos Leben aus, ewiggleiche Tage unter dem fahlen Himmel einer italienischen Großstadt. Eines Morgens fällt Giacomo in der Straßenbahn eine junge Frau auf. Am nächsten Tag sitzt sie wieder da. Über Monate beobachtet Giacomo sie, ohne sie anzusprechen – das morgendlichWecker, Kaffee, Straßenbahn, Büro, Fitness, Pizza, Kino, Bett (wenn möglich nicht allein) ... So sieht Giacomos Leben aus, ewiggleiche Tage unter dem fahlen Himmel einer italienischen Großstadt. Eines Morgens fällt Giacomo in der Straßenbahn eine junge Frau auf. Am nächsten Tag sitzt sie wieder da. Über Monate beobachtet Giacomo sie, ohne sie anzusprechen – das morgendliche Treffen wird für ihn zum geheimen Rendezvous. Als schließlich sie ihn anspricht, ist er für ein paar Sekunden auf Wolke sieben. Gleich darauf schlägt er aber hart auf dem Boden auf: Denn Michela geht fort. Für immer. Nach New York. Giacomo ist völlig durcheinander. Versucht, sich wieder einzukriegen, sich für andere Frauen zu interessieren. Doch schließlich packt er seinen kleinen Rucksack und reist Michela hinterher....

Title : Noch ein Tag und eine Nacht
Author :
Rating :
ISBN : 9783257240900
Format Type : Paperback
Number of Pages : 298 Pages
Status : Available For Download
Last checked : 21 Minutes ago!

Noch ein Tag und eine Nacht Reviews

  • Maria
    2019-04-04 05:31

    http://marcadordelivros.blogspot.pt/2...

  • Ilenia
    2019-04-02 06:35

    Partivo prevenuta, lo ammetto.Ma volevo poter essere critica in maniera cosciente e consapevole, non basandomi sulle sole frasi sdolcinate e strappalacrime che girano su fb.Ebbene, coscientemente e consapevolmente, se questo è considerato il miglior libro di Fabio Volo, siamo a mare.Lascio da parte i contenuti, sebbene ancora più adolescenziali di come me li aspettassi, forse perché i protagonisti non sono dei veri adolescenti (avevo fatto lo stesso discorso per tre metri sopra il cielo, e almeno Moccia ha dimostrato una sua coerenza) ma dei trentenni, perché è possibile che la storia raccontata in questo libro non abbia incontrato i miei personali gusti. Questo non mi permette infatti di definire un libro "brutto", ma solo di poter dire che il libro "a me non è piaciuto".Questo libro invece è proprio brutto. Brutto da leggere, scritto male, perché non sembra che l'autore stia "raccontando" la sua storia, ma che la stia "spiegando". Non saprei dare altra definizione, chi vuole intendere intenda e si risparmi il tempo di leggerlo, chi invece non vuole intendere lo legga pure. Sappiate che si legge veloce, non si vede l'ora di finirlo, per cominciare qualcos'altro.

  • Lightblue
    2019-04-07 01:44

    Difficile dare un giudizio a questo libro. Ha delle trovate stilistiche molto significative (come quella in cui il protagonista dice di sentirsi cosi felice da voler abbracciare tutto il mondo, cosi forte da farsi rimanere il segno dell'equatore sulla pancia) e alcune molto simpatiche (ancora il protagonista, trovandosi a NY, dice che per cavarsela con la lingua straniera usa spesso "get" che in inglese e' un po' come "puffare" nel mondo dei puffi...va sempre bene!). Belle anche le ambientazioni newyorkesi. Pero' non mi ha convinto del tutto. L'idea di partenza era buona, ma e' poco sviluppata, quasi banalizzata alla fine.

  • Mikimara
    2019-03-19 01:37

    la buona volontà ce l'ho messa, ma il libro è pessimo: le farneticanti e adolescenziali riflessioni di una mediocrità disarmante. per disprezzare bisogna conoscere. adesso ne ho piena facoltà: è feccia della peggior composizione.

  • Amanda Lila
    2019-03-24 02:41

    I had never read a book by a boy's point of view. This was my first experience on this. And I liked it! The plot is a bit wierd, but in a good way. The only reason I couldn't give it more then 3 stars is that some parts, in my opinion, were not really needed. It felt like they were there only to add some extra pages to the book. What I really liked were his flashes of memory of childhood and his grandmother. I laughed at those! This book has a little humor and a little sadness inside. A nice book!It was worth reading!

  • Yasmine
    2019-04-16 05:38

    Il giorno in piu e il mio primo libro che leggo di Fabio Volo e anche il primo libro che sto leggendo in italiano. Devo dire che e molto facile da entendere pero non pensate che cosi e 'facile' vuole dire senza senso. Mi da una impressione eccezionale, lo stilo molto 'leggero' e piacevole ma col che si racconta non solo una storia d'amora semmai il modo di vista del mondo, di vivere che molte volte si asomiglia uno ad altro. Mi trovo a me stessa nel questo libro. Posso dire che e un libo da leggere per tutti.

  • Naima
    2019-03-28 00:43

    Lui: insulso. Lei: insensata. La trama: improbabile.Niente da fare: a me di Volo �� piaciuto solo il primo libro, che avevo trovato originale per il modo di porsi verso il lettore. Sar�� che non capisco sti personaggi depressi che instaurano rapporti romantici alternativi....Salverei solo i primi capitoli da leggere sotto l'ombrellone per farsi due sane risate e per stupirsi di come Volo sappia descrivere certi fatti della nostra quotidianit��, le paranoie e l' intimit�� in modo diretto ed ironico.

  • larry100
    2019-04-02 00:39

    Trovato in un momento particolare della mia vita, l'aforisma all'inizio per me é valso tutto il libro... "Muore solo l'amore che smette di essere sognato".Il libro é bello e godibile.

  • Matteo
    2019-03-25 08:50

    È una lettura veloce, non mi ha scaturito nulla di profondo. Le cose "utili" sono le frasi sdolcinate da cui prendere spunto per fare colpo su una donna.

  • *TUDOR^QUEEN*
    2019-04-15 06:38

    This was an excellent book. The kind that you can get lost in and look forward to reading in all your spare moments.Giacomo and Michela ride the same tram to work every morning in Italy. Giacomo desperately yearns to see her each morning as he boards the tram. From their stolen glances at each other and their reflections in the tram's windows, it becomes quite clear that they have "noticed" each other. One fateful morning, Michela finally speaks to Giacomo, inviting him for coffee. She's leaving the next day for New York City as she's relocated her job. Feeling a myriad of emotions, Giacomo is tentative and doesn't ask for her email or forwarding information. However, Michela leaves an envelope from her NYC office on the table as she leaves for the rest room. Giacomo jots down the address and stews for several months about whether to make contact with the woman who captivated him on the morning tram rides.As he grapples with this decision, he is supported by the friendship of Silvia, a former girlfriend and lover, now his best friend. Giacomo's love life is a bohemian existence. He loves to travel, work and make love in a multitude of cities. He is not a gigilo, he is just a product of his experiences with unfaithful girlfriends and the effects of a father who abandoned him. One of the best aspects of the book is the inherent goodness of Giacomo.Of course, Giacomo decides to find Michela in NYC. She is a fascinating character with unconventional ideas and fiercely independent. The dialogue is so unexpected and interesting which lends to the gripping nature of the book. Their physical passion for each other as well as dining at a wide array of eateries in NYC are a luxurious read. One doesn't know how this unique relationship will pan out, but you're rooting for them the whole way.

  • Frank
    2019-04-13 02:31

    Il mio primo libro di Fabio Volo e, stando a quanto mi hanno detto, il più riuscito. Il commento in questo caso risulta davvero soggettivo e dipende molto dallo stato d'animo del periodo di lettura. Si può pensare ad una specie di Moccia per un pubblico di quarantenni (il che non sarebbe certamente una cosa positiva), oppure ad un romanzo stile "Caos calmo" (che viceversa ne farebbe un piccolo gioiello). Nel mio caso le emozioni non sono certamente mancate, con tanti riferimenti anche a periodi solitari in città straniere e richiami musicali interessanti. A mio avviso nella prima parte si nota un modo di scrivere forse un pochino troppo semplice, ma poi con il movimentarsi della vicenda, gli avvenimenti prendono il sopravvento e questa cosa diventa un dettaglio trascurabile.

  • Sarah
    2019-04-01 00:25

    Easy to read in Italian for a non-native speaker. Even though the series of events that lead the romance is a bit far-fetched, I really like how Volo makes his main character so real. Volo captures what it means to be in a relationship - the good and the bad - on a deep level, despite this being more of a light romantic novel. I found myself wanting to underline bits that really rang true in my own life!

  • Dora Santos Marques
    2019-04-05 07:49

    A minha opinião em vídeo: https://youtu.be/wg6Qbhi2nRgEu adorei este livro! É uma lufada de ar fresco e lê-se num instante!Vimos a perspectiva masculina de um homem apaixonado por uma mulher com quem se cruza todos os dias no eléctrico.A sua visão do amor é deliciosa e os desabafos e acções do dia a dia fazem-nos gostar ainda mais da história!

  • Clarissa Valirya
    2019-04-04 06:49

    Che devo dire? mi è piaciuto un SACCO. Mai letto Fabio Volo in vita mia. Ho provato questo libro perché me l'ha voluto prestare una mia amica per "ricambiare il favore" visto che a lei presto spesso libri, ora che si sta avvicinando di più alla lettura. Ho accettato. Volevo farla contenta e riparlare di questo libro insieme. Non un libro perfetto certo... è scritto da un uomo e si vede... ma che ne so, mi ha preso.

  • 🌺Lulù🌺
    2019-03-26 00:44

    Un libro che mi ha davvero emozionata. Amo tantissimo i libri di Fabio volo ed il modo meraviglioso in cui riesce a descrivere ogni cosa... anche i sentimenti

  • Procyon Lotor
    2019-04-05 02:32

    L'onesto soccorrevole Bonetti Il Bonetti � onesto e soccorrevole, dicevamo, tanto da porre come quasi-sottotitolo, riecheggiando le sue certe ascendenze brechtiane, �Il problema non � quanto aspetti, ma chi aspetti" cos� quindi l'intrepretazione � gi� fornita, conformemente alle direttive EU, allegata al libro. . Lo capisco, pare che alcune vecchie copie di quella dolcissima pigotta d'acciaio di "Pippi Calzelunghe" spacciate senza istruzioni per l'uso abbiano creato danni irreparabili nei fantolini destinatari ingrassando stormi d'Avv.oltoi. Quindi abbiamo il Bonetti che inscena questo: Lui, reduce dalle sue doverose esperienze di sex fax e rox, prova l'inevitable senso di vuoto. Il vuoto viene giustificato non da una vita randagia e paracula bens� da eventi d'abbandono e disillusione che avrebbero incarnito un unghia e rotto una pellicina anche a Polifemo. Simile al ciclope, Lui si agita orbo nella sua citt� elencando le inevitabili scatologie e farmacopee. . Il tenore sostenuto in pluriformi situazioni � che l'xtc qualche volta nella vita nonfamalebastachenonti abitui, cercare le ragazze nei bar nonfamalebasta chenontiabitui, passare dai sexyshop per comprare dei sexget non famalebastachenontabitui, se il babbo se ne va fa male ma in fondo ce la siamo cavata ecc ecc. Siccome non fa male nulla lui � pieno di assenza di dolore e la chiama vuoto. La natura aborre il vuoto che va pertanto ricolmato, allo scopo il personaggio si impunter� sull'unico fatto che l'ha scosso dal torpore semiautomatico in cui trascina le sue ore. Ha incontrato una donna per caso e non riesce a scordarsela. Ovviamente il percorso � costellato di tutte le polaroid di sentimento e fotocopie di passione (cit.) che il Bonetti - che ha una memoria ferrea per queste cose - dissemina artatamente. In ogni caso, mai in una sola scena eserciter� (mai!) una sola forma di potere o di presa (mai!) di responsabilit�. Come non trovare simpatico uno cos�? Al Giambellino lo chiamavano Il Gelatina. Un altro simpatico personaggio fa la sua comparsa. E' Silvia quella che ci sei stato cos� come lei c'� stata ma senza impegno. Per cui secondo le liturgie in vigore � riconfigurabile come amica. Anzi Santa Amica t'Accascia. Quando sei spento Silvia c'�, quando hai bisogno della spalla per piangere Silvia c'�, quando hai lo spleen Silvia c'�, quando hai il magone Silvia c'�, quando hai voglia di trombare c'� Monica. (c'� anche il suo fidanzato che essendo machista � ovviamente - secondo le medesime liturgie - cornuto ma non domo, infatti lo smazzoler� a dovere). Finalmente appare Lei. (dapprima a tratti come la nebbia in giugno nel Mantovano, ma parimenti insidiosa e infatti la primadonna l'Eva nescente lei si intriga edericamente nel suo animo tanto da spingerlo ad andarla a cercare). Pare che oggi andare a cercare una che ti piace - nelle liturgie adolescenziali - sia una difficile impresa, tipo assaltare un drago. Lei � tracciata cos�: funzionario di multinazionale in trasferta ha fascino, bellezza, esperienza, ha molto tempo libero, ha il jenesaisquois ed � sola. . Bonetti! O fai dei romanzi giovanili o di fantascienza. Opta! Sono 20 anni che lavoro esclusivamente per multinazionali e il molto tempo libero c'� l'hanno solo quelli blindati dalla SEC con 20 anni da scontare e nonostante questo, una donna simile avrebbe una sopravvivenza di volo libero solitario non scortato pari a quello di un caccia libico verso Sigonella: 12 secondi! . Con queste premesse, il loro incontro socialmente carpiato avviene: sessualit� sfrenata emotivit� concessa col contagocce, fa incontrare i due messalini che indulgono pure all'esposizione reciproca dei cataloghi. Leporelli l'un l'altro. Ma sono - Ohmigod! - Due Vergini Emotivi nella Stessa Stanza Da Letto. . Non che il letto sia necessario, il Bonetti si perita d'informarci che lui non � piccolo borghese e lo ha fatto dovunque; (manca solo la lavatrice in centrifuga. Bonetti, come alzata non c'� male mi devi un caff�... e manca pure il materassino al largo di Filicudi mentre passa il traghetto con 1540 spettatori che spostandosi tutti a babordo rischiarono l'orrendo naufragio. Questa TU, Bonetti non la potrai pi� fare: il traghetto ha cambiato rotta) . Dicevamo i Vergini Emotivi si Spogliano Delle Difese Sociali con la stessa cautela della prima notte di nozze di Lucia Mondella. Vergini Emotivi A Trentacinque Anni. Sob! Gasp! Snarl! Rattle! . Bonetti, IBAL per i prossimi 30 volumi per� ogni tanto mettici un adulto. C'� un pubblico enorme. . e basta, questa � una recensione mica un riassunto.

  • Lakis Fourouklas
    2019-04-12 02:33

    I’ve always been a fan of Italian literature. But, I don’t really know what it is that makes me like books by Italian authors so much. Perhaps it’s the way they write; like good old storytellers. Perhaps it’s the subjects they occupy themselves with; like love and remembrance. Or perhaps they seem familiar to me because I also come from a country that’s washed by the Mediterranean Sea. Whatever the reason, Italian books make me feel good, and the one at hand does that better than most.One More Day is the story of two seemingly different people that cross paths time and again. At the beginning that happens by pure luck, but as time goes by they start trying to steal glimpses of each other at any given chance. He’s Giacomo and she’s Michela, and their story is a story of love and loss, of failure and new beginnings.As we follow the heroes from Italy to New York, and finally to Paris, we get to know them very well; and we get to like them. They are very human, full of weaknesses and fear, full of hopes and dreams. I guess one could say that the whole story revolves around dreams. The dream of getting away from everything and everyone that keeps you trapped in a cage; the dream of starting anew in a different land; the impossible dream of learning to love all over again by playing a game.That’s what Giacomo and Michela do, they play the game of love, time and again, but not for very long. Win or lose, at first that doesn’t seem to matter to them. What matters is to get to know each other well, and to get to enjoy what each of them has to offer. They meet, they talk, they drink, they listen to great music and they make love, and the words flow like a serene stream on the page: “I wanted to become a hunter of emotions and memories,” he says. “We have been kicked outside of ourselves,” she states. “She was the door I had the courage to open,” he thinks and smiles.I could keep writing quotes for a long time, but I won’t do it, since some of the magic of this book can be found in them, and I wouldn’t like to take that pleasure away from you. I will tell you though, that if you are someone who enjoyed movies like Before Sunrise, Before Sunset and Before Midnight (yes, that great Paris trilogy), you will love this book. The prose is exquisite, the plot is simple and yet intriguing, and the feelings are as real as one could ever find in the pages of a novel. The author seems to inhabit the bodies and the souls of his characters and thus manages to give us a story that’s hard to forget. This novel is a must-read for me.It has taken me a long time to finish this novel, but that was only because I was so enthralled by its heroes and their world that I wished it could go on and on. Of course, there are other books, as there are other stories; stories that remind us about the most important things in life; like how much it matters to be our own selves and chase our own impossible dreams. Just like Giacomo and Michela did.

  • Sári
    2019-04-14 08:32

    Érzelmes, magával ragadó, könnyed és tartalmas (ami furán hagzik így egyszerre, de igaz), fantasztikus, napsütötte könyv. Azt hiszem, megy is a kedvencek közé. Bárcsak ilyen élményt váltanának ki a mozikban/otthon/vendégségben megnézett romantikus vígjátékok… amik sajnos általában jóval alacsonyabbra lövik be az „átlagnéző” értelmi és érzelmi szintjét.És azt hiszem, hogy ez egy fontos dolog. Hogy ez a könyv, amely néha már-már a giccs határán lavíroz (ami szerintem amúgy nem baj – mondom ezt úgy, hogy tudom, hogy nem is vagyok teljesen tisztában a giccs fogalmával, csak homályos sejtéseim és érzéseim vannak róla), szóval hogy a Ráadásnap nem kimondottan szépirodalom. Valaki viccesen meg is jegyezte a molyon, hogy ez egy olyan csajos könyv, amit férfi írt, és férfiak is szeretik.Szóval szerintem szigorúan csak játékből szabad komolyan venni a történetet, ami azt jelenti, hogy fikció a javából, és nem egy „Csajok, így szerezzetek tutijó pasit (és tutijó élményeket) 15 nap alatt” típusú könyv. Szóval szerintem igazából hazudik. Miközben szerettem elhinni minden sorát és beleélni magam a sztoriba, és nagyon szimpatikus volt mindkét főszereplő, igen, a srác is, azzal együtt is, hogy mellesleg eléggé szíven ütött az egyik hotelbeli "kalandja"… szóval ez egy hazugság, mindazzal együtt, hogy szeretném, hogy igaz legyen, és ez a két fiktív ember a könyvbeli fiktív kalandjaik után gyönyörű és teljes fiktív életet éljenek le együtt – kívánok hozzá nekik sok boldogságot –, mint a mesékben.Bár, ha úgy vesszük, a mesék is mindig a happy endnél érnek véget…Aki végigolvasta a könyvet (és főleg, aki ismer engem), sejtheti, hogy melyik momentuma okozott szörnyű kognitív disszonanciát, amit kénytelen vagyok most úgy elsimítani, hogy ezt a gyönyörűszép könyvet könyörtelenül besorolom a „romantikus regény” kategóriába.Persze ne nekem legyen igazam.Avagy, tegye fel a kezét (a másik kezét közben a szívére téve), aki átélt már hasonlót a könyveken és filmeken kívüli világban, és jól jött ki belőle.* Érdekes amúgy, hogy pont a múltkor olvastam Popper Péter egyik írásában azt a gondolatot, hogy a házasságokat határozott időre – ő öt évet mondott – kellene kötni. Ezt már ott is nagyon érdekesnek találtam, erre itt is szinte szóról szóra ugyanez megjelenik. Lehet, hogy van valamilyen forrás, amit Popper és Volo is ismernek és én nem? Ha valaki tud ilyet, legyen szíves árulja el nekem is…

  • LadyElena
    2019-03-24 02:32

    La storia: ho letto molte recensioni che dicono che la storia sia troppo surreale. Certo non capita tutti i giorni, ma capire al volo che una persona è quella giusta quindi iniziare a costruire un qualcosa ed avere costanti conferme della tua prima sensazione, non mi sembra così impossibile. Sarà che l'ho vissuta in prima persona....Lo stile: lo stile non convince. È favolistico, banale e un po' scialbo. Alcune frasi un po' troppo smielose e certe metafore erano da evitare. È anche vero però che il protagonista è scialbo ed ingenuo di per sé e visto che è lui la voce narrante, lo stile non poteva scostarsi più di tanto. Il protagonista: Giacomo è un uomo che fa finta di essere sicuro di sé ma in realtà è insicuro e anche bambino; certe volte il modo in cui ragiona lo si potrebbe attribuire ad un adolescente ancora inesperto, più che a un uomo che ha vissuto tante relazioni (come ci tiene a sottolineare). Grazie a due donne però matura; o meglio, capisce cosa stava cercando. Ed è il processo di crescita quello che conta nel libro. Amare il protagonista risulta quindi difficile ma credo che per l'autore fosse più importante far riflettere sulle relazioni personali che ognuno di noi ha. Alla luce di tutto ciò quindi, il libro risulta piacevole e con una specie di morale: "Osa".

  • Célia
    2019-04-03 01:54

    Giacomo e Michela conhecem-se num eléctrico. Passam cerca de 2 meses a encontrar-se nesse meio de transporte, mas nunca se falam. Um dia, Michela mete conversa com Giacomo para lhe dizer que vai partir para Nova Iorque porque arranjou um novo emprego, e este, aconselhado pela sua amiga Silvia, vai atrás dele para a cidade americana, pressentindo que esse será um passo importante na sua vida. A partir daí, iremos acompanhar a relação dos dois e os dilemas internos que Giacomo terá de enfrentar devido ao seu medo de sempre de se ligar demasiado a uma pessoa.Este é daqueles livros que se lêem de um só fôlego. A escrita é muito acessível e muitas vezes marcada por momento de bom humor, principalmente nos acontecimentos do dia-a-dia com que Giacomo se depara. A história tem várias reflexões acerca das coisas que realmente importam na vida e como, muitas vezes, correr riscos é a única forma que temos para as alcançar. Foi uma leitura leve, mas muito agradável!

  • Ina Incanto
    2019-03-29 08:49

    ”Mi piace stare con una persona intimamente perché vuol dire correre il rischio di diventare leggermente diversi da se stessi. Alterarsi un po'. Perché non è essere se stessi che mi affascina in un rapporto a due, ma avere il coraggio di essere anche altro da sé. Che poi è quel te stesso che non conoscerai mai. A me piace amare una persona e conoscerla a memoria come una poesia, perché come una poesia non la si può comprendere mai fino in fondo. Infatti ho capito che amando non conoscerai altro che te stesso. Il massimo che puoi capire dell'altro è il massimo che puoi capire di te stesso. Per questo entrare intimamente in relazione con una persona è importante, perché diventa un viaggio conoscitivo esistenziale".” ”Potresti essere la mia perdita di equilibrio. L'equazione del mio caos.”

  • Allycks
    2019-04-04 08:46

    Comincia bene con una voce narrante vincente e un po' di tensione fra i personaggi e lo svillupo della storia. Mi è piacuto tantissimo l'idea di "spesa non spesa," quando il protagonista va a fare lo shopping e riempie il carello ma poi non compra niente, è soltanto il suo modo per scaricare un po' di tensione. Poi purtroppo il romanzo diventa quasi tutto dialogo, spesso molto banale, e manca quel pizzico di genialità che c'è all'inizio. Comunque si lascia leggere, questo sì, un buon libro da spiaggia

  • Carlotta68
    2019-04-06 02:35

    Una favola in chiave moderna....Una prima parte molto dettagliata, racconti e ricordi di amori passati che si alternano con una serie di flashback all'oggi, un oggi fatto di sguardi quasi fanciulleschi rivolti alla ragazza che ogni mattina Giacomo incontra sul tram. Si passa lentamente dall'idealizzazione alla concretizzazione del sogno. L'incontro tanto atteso e poi di nuovo la separazione, inaspettatamente dolorosa. Un pò frettolosa la conclusione ma non manca il lieto fine come in ogni favola che si rispetti.

  • Sara Gaiani
    2019-03-27 04:35

    Quanto è difficile e allo stesso tempo facile riuscire ad amare una persona , nel senso di coppia? L'autore ci pone davanti a questo tema delicato e complicato scrivendo e raccontando della vita, delle riflessioni e dei sentimenti di un uomo. Un uomo per cui amare una donna gli è impossibile ai suoi occhi ma la sua vita cambia dal momento in cui un altro, una donna, gli mostra che anche per lui è possibile farlo. è possibile superare se stessi. Fabio Volo , come dice sempre lui stesso, non è uno scrittore ma è capace di scrivere vita vera, umana.

  • Lsanti Santi
    2019-04-14 04:42

    Lo stile è quello di Fabio Volo che in fondo ti sembra già di conoscere da sempre. In realtà riesce sempre a sorprenderti piacevolmente e a tirare fuori battute e situazioni divertenti che ti fanno dire "che bello se fosse capitato a me". In fondo è questo che riesce a creare Volo nei suoi libri. Situazioni piacevoli e intriganti che vorresti poter vedere accadere nella tua vita. E in fondo di cosa hai bisogno quando leggi? A volte di riflettere, a volte di approfondire, ma spesso di evadere, rilassarti e divertirti e Volo in questo è un vero maestro. Da leggere.

  • Javier Domínguez Muñoz
    2019-03-26 00:43

    Entretenido y previsible. Es lo que es, una lectura ligera. Tiene algunos momentos muy buenos pero me da la sensación que a veces es más un monólogo de situaciones graciosas o anécdotas más que otra cosa. Es pretencioso musicalmente y las referencias están metidas con calzador así como las descripciones de la ciudad que no van a cuento. Tiene un punto de machista muchas veces que encaja mejor en una mente italiana. Una historia de amor para leer en ratos aleatorios

  • Sonia
    2019-03-25 06:29

    Purtroppo non c'é nulla di originale né di entusiasmante in questo tipo di scrittura. A tratti avevo l'impressione di leggere le frasi dei baci perugina... Comprendo che puó esserci una fetta di pubblico anche per questo genere. Sicuramente non é quello che io preferisco. Lo trovo adatto a far parte di una collana di romanzi rosa come Harmony.

  • Eccentrika
    2019-03-24 00:24

    In alcuni punti sembra un po' una seduta da uno psicologo, con dei dialoghi a volte un po' troppo lunghi per essere dialoghi (difficilmente una persona parla per una facciata intera senza un'interruzione...) La scrittura comunque è molto scorrevole e il finale è un po' meno banale di quanto immaginavo... ma in definitiva il libro non è nulla di che!!!!

  • Margherita Dolcevita
    2019-04-03 07:47

    Stupendo, l'ho adorato. All'inizio scorre lento, quasi quasi non riconoscevo il "mio" Fabio (anche per alcune uscite stile new age da brividi) ma poi è un crescendo, mi ha emozionato e commosso, davvero un bel libro.

  • Dion Ribeiro
    2019-04-02 05:24

    Uma escrita fluída, uma história diferente e profunda onde são analisados os sentimentos, os desejos e os receios dos personagens e a influência da infância na vida adulta. Gostei bastante, não há dúvida de que Fabio Volo é um escritor com muito talento.