Read Morbide guance by Natsuo Kirino Antonietta Pastore Online

morbide-guance

Kasumi è nata e cresciuta nell'Hokkaido, ma fugge ben presto a Tokyo, dove sogna di realizzare una vita libera e diversa da quella monotona e squallida dei suoi genitori. Sposatasi con un tipografo mite e serio, Kasumi cerca una via di fuga nelle braccia di un cliente del marito con il quale inizierà una relazione segreta e appassionata, che indurrà l'uomo a comprare una cKasumi è nata e cresciuta nell'Hokkaido, ma fugge ben presto a Tokyo, dove sogna di realizzare una vita libera e diversa da quella monotona e squallida dei suoi genitori. Sposatasi con un tipografo mite e serio, Kasumi cerca una via di fuga nelle braccia di un cliente del marito con il quale inizierà una relazione segreta e appassionata, che indurrà l'uomo a comprare una casa nell'Hokkaido per ospitare la donna e la sua famiglia. Nel corso di questo soggiorno, la figlia maggiore di Kasumi scompare senza lasciare traccia. Convinta che la scomparsa della bambina sia il meritato castigo per aver tradito il marito, le figlie e, anni prima, i genitori, Kasumi intraprende un viaggio alla ricerca della figlia che la ricondurrà alle sue origini....

Title : Morbide guance
Author :
Rating :
ISBN : 9788873059875
Format Type : Paperback
Number of Pages : 510 Pages
Status : Available For Download
Last checked : 21 Minutes ago!

Morbide guance Reviews

  • Federica
    2019-01-22 02:45

    I recommend this book because it's an original detective story: the reader knows the facts through the different characters's points of views, thanks to which unfolds the range of assumptions about the central point, Yuka's disappearance. The reader, like a detective, is brought to form his own opinion on the facts: nothing is directly revealed.The book also goes into depht in human relations.I really like it!

  • Tiziana
    2019-01-21 23:35

    Another compelling thriller from Kirino, who carefully dissects the human mind, uncovering all the dreams and darkness that lay inside. This time the protagonist is Kasumi, a strong-minded yet fragile woman who has to deal with her guilt and atonement after her eldest daughter goes missing.An excellent psychological study with a haunting ending that will keep you thinking.[The full review will soon be republished on my blog Scrabbled Rambles, stay tuned :) ]

  • James
    2019-01-06 03:45

    This book is in French, I think I'll wait for the English version.

  • Ametista
    2019-01-17 21:25

    Kasumi era fuggita dall’Hokkaido, da un luogo in cui oltre al mare e alle pietre di sabbia non vi era altro per lei. Era giunta a Tokio per abbracciare una vita differente da quella a cui era destinata. Lì conobbe Michihiro, titolare di una tipografia, e lo sposò.Un’attrazione particolare la legava a Ishiyama, uno dei clienti della tipografia, e inevitabilmente divennero amanti. Si incontravano presso love hotel rubandosi attimi di vita, ma Ishiyama decise di comprare uno chalet nell’Hokkaido, in un luogo difficile da raggiungere, con l’intenzione di abbandonare tutto e vivervi con Kasumi in futuro.Ishiyama, in quanto cliente della tipografia, invitò la famiglia di Kasumi a passare le vacanze estive nello chalet. Prima della partenza concordarono di incontrarsi la notte in un ripostiglio, ma una mattina i loro programmi furono interrotti. La piccola Yuka, la figlia somigliante a Kasumi, era svanita in un attimo di distrazione.La sera prima nello sgabuzzino, mentre i due amanti facevano l’amore, la donna aveva pensato di poter abbandonare pure le figlie per quell’uomo, quel pensiero impresso nella mente non fece che accrescere il suo senso di colpa, una colpa che non trovava espiazione.Cercarono ovunque ma la bambina sembrò essersi volatilizzata. Da quell’undici Agosto mutarono i destini di tutti i presenti.Ogni undici del mese la madre compie un giro di chiamate e di conversazioni per verificare se vi sono aggiornamenti sul caso. Un rituale estenuante che termina solo quattro anni dopo con l’incontro di Utsumi.Kasumi si lascia aiutare da Utsumi malgrado le forze dell’ uomo siano ormai giunte al termine.Il male che logora Utsumi lo rende uno scheletro, l’aspetto di un uomo morente non passa inosservato, è proprio questo aspetto ed il sapore di morte che aiutano Kasumi a rompere il bozzolo in cui è rimasta chiusa in quattro anni.Trama e ritratti psicologici dei personaggi sono particolarmente interessanti, infastidisce talvolta l’assenza di una netta distinzione tra passato e presente. I contorni sono sfumatissimi quando nella narrazione vengono inseriti i sogni di Utsumi, in questo caso l’effetto di confondere è riuscitissimo poiché i sogni appaiono di volta in volta come delle verità.Anche qui come nel precedente libro la Kirino parte da un avvenimento forte che spinge il lettore ad indagare su ciò che alberga nell’animo dei personaggi, ad osservare come esso possa mutare le vite.

  • Carolyn
    2019-01-10 00:50

    kirino's mysteries, set in japan, are always elegantly and bloodily creepy in a deep way. and so i read them with great pleasure. this was not my favorite, i like out and grotesque better, but still utterly fascinating study of the life of teens pressured to be perfect and brilliant and how squeezed out of humanity they become...

  • Anne Charlotte LE DIOT
    2019-01-10 22:34

    Très singulier : des personnages à la psychologie fouillée, et une intrigue uniquement fondée sur différents points de vue. Une occasion d'échanger sur le sens de la mort, du manque, de l'impuissance de l'humain face à la fatalité et sa manière de gérer une lourde culpabilité morale à long-terme... Une ambiance pesante à l'image des rigueurs du climat et de la géographie de Hokkaido qui plante un décor tourmenté, à la mesure de la bataille que livre l'héroïne et son compagnon d'infortune. Mon premier Kirino, auteur que je ne connaissais pas, mais dont je vais maintenant surveiller les traductions. Son originalité fait mouche.

  • Francesco Galdieri
    2019-01-16 23:38

    Un viaggio lungo quattro anni alla ricerca di una bimba perduta.Un viaggio lungo quattro anni alla ricerca di se stessi.Forse non è più importante cosa sia successo alla piccola Yuka, quando le speranze sono così flebili. Ma bisogna crederci fino in fondo.Kasumi lo fa per se stessa, aggrappandosi con tutta la sua forza a quelle speranze.E, grazie al suo viaggio, la conosciamo fin nel profondo: i suoi sentimenti, le sue emozioni che traspaiono attraverso i suoi gesti e le sue espressioni. Diventa lei, per noi, quella bimba da proteggere dal mondo crudele che le ha portato via la sua Yuka e che, ormai, è diventato del tutto indifferente, se non infastidito, dalla faccenda.Ma Kasumi ha dentro di sé una forza che nemmeno conosce... sarà una sorta di istinto di conservazione, ma riesce ad andare avanti, senza arrendersi, per il bene suo e di quello di Yuka.Ho vissuto con Kasumi una breve, ma più che intensa, parte della sua vita. Ora sono felice di averla lasciata andare per la sua strada, qualunque essa sia.

  • Maria Beltrami
    2019-01-15 03:36

    Una bambina scompare nel nulla, e la madre inizia a cercarla, prima con lo zoppicante aiuto del marito, e poi con quello di uno strano poliziotto morente per cancro.Potrebbe essere un thriller, ma non è lo, la scomparsa della bambina è solo un pretesto per una cerca che è tutta interiore, sia da parte della madre che di tutti gli altri protagonisti, che finiranno per trovare il loro vero io, o per scomparire in una nullità quotidiana.Un romanzo molto giapponese, nelle ambientazioni così come nelle relazioni tra i personaggi, con un misto per noi occidentali quasi incomprensibile di atteggiamenti molto ritualizzati e di spregiudicatezza.

  • claudio a.
    2018-12-26 00:51

    Non so perché, ma quando ho incominciato a leggere il libro credevo che fosse un romanzo patinato alla Haruki Murakami, e invece mi sono presto ricreduto. Mi ha totalmente coinvolto.Non ha cadute di tono nonostante sia piuttosto lungo (500 pagine circa) e i personaggi sono caratterizzati in modo eccellente.L'unico neo, a mio parere, sono proprio le ultime pagine. Non mi ha entusiasmato il finale, ma comunque ritengo che il libro sia molto bello.Sicuramente mi procurerò al più presto gli altri due romanzi dell'autrice editi in Italia.

  • Koda
    2019-01-10 21:38

    Книга оставила двойственные ощущения. С одной стороны, довольно таки интересная психологическая составляющая на протяжении всей книги, с другой стороны, детективная составляющая слабо развита, открытый финал. слишком много отступлений в самой книге , слишком затянут сам сюжет, если честно, ожидала от этой книги значительно большего, если сравнивать с другими произведениями этого автора.

  • Aglaia
    2019-01-08 01:52

    La escritora sigue analizando con pluma despiadada los entresijos de la cultura japonesa. No obstante, en esta ocasión Kirino pierde la crítica cruda e incómoda de "grotesco" en favor de un thriller al uso. La novela avanza con facilidad pero no sorprende ni emociona.

  • Diana
    2019-01-18 21:24

    Beautifully written. A very touching story. I'm so sorry about Yuka and her mother.Natsuo Kirino has the courage to write the saddest stories ever in a very special way that keeps you reading what she writes.

  • Lisbeth salander
    2018-12-27 04:46

    Disturbing!

  • Anna
    2019-01-15 02:40

    Каждая страница пропитана тоской. Книга больше о внутреннем, чем о внешнем.

  • Inka
    2019-01-03 05:46

    Interesting and thrilling story! Again and as allways Kirino-san knows how to scary readers! Who have read her books before, prepare for new characters, trategy and of course crime. Enjoy!)

  • Sophie
    2019-01-10 05:41

    Masterpiece! This is a book about mono no aware, but... not boring! Just beautiful and very sensitive. How people can keep living in the past and how everything slowly disappears and fades.

  • Abc
    2019-01-24 04:50

    Sicuramente non ha nulla a che vedere con Grotesque. Troppo onirico per i miei gusti.

  • Eugene
    2019-01-10 05:42

    One of the most original books I have read. Vow, left me speechless. Thank you.!!!